Green Code Klimadecke

nel riscaldamento.

Riscaldamento – calore ma nessun aria fritta.

Non viene infatti riscaldata l’aria, bensì gli oggetti, il pavimento, le pareti, i mobili: in definitiva, tutto quello che si trova nei locali. Per questo motivo i tubi vengono posati nel solaio e riscaldati in maniera dolce a temperature superficiali di ca. 23 °C. Esattamente come per la pietra al sole, l’energia viene ceduta al locale sotto forma di irraggiamento termico. Gli oggetti vengono riscaldati ovunque vengano investiti dalle onde di calore.

Il pavimento, il sofà, la sedia, ecc., sono caldi e vengono percepiti in maniera molto piacevole. La temperatura dell’aria, misurata in presenza di un riscaldamento a onde di calore, può essere inferiore di ca. 3 °C rispetto a quella generata dal riscaldamento a convezione – il termometro indica 19 °C e ci si sente come a 22 °C. Tutto questo favorisce il benessere e consente anche di risparmiare il 18% circa di energia.

Il riscaldamento a pavimento non è un riscaldamento radiante

Chi desidera ottenere un elevato irraggiamento con il riscaldamento, deve prestare attenzione alla posizione della superficie riscaldante. Nel riscaldamento radiante infatti, solo il riscaldamento a soffito e a parete è caratterizzato da un irraggiamento opportunamente elevato. Nonostante si dica spesso il contrario, il riscaldamento a pavimento è a tutti gli effetti un sistema di riscaldamento a convezione, inequivocabilmente descritto nella Parte 5 della norma UNI EN 1264. Anche nel riscaldamento a pavimento, l‘aria riscaldata sale verso l‘alto e circola nel locale.

mehr;
Il ricircolo di aria-polvere, e le forti differenze di temperatura nel riscaldamento convenzionale a convezione con la consueta distribuzione della temperatura

Polvere di casa, convezione e salute

A seconda della loro struttura, i radiatori normali cedono il calore sotto forma di irraggiamento termico solamente in piccola parte. La maggior parte del calore viene ceduto all‘aria circostante, l‘aria calda sale verso il soffito, e quella fredda flisce verso il basso. Tutta l‘aria del locale inizia a circolare, inoltre i corpi presenti (pavimento, parete, sofà, tavolo, ecc.) vengono riscaldati solo dall‘aria di passaggio, e sono quindi sempre più freddi dell‘aria stessa. Le differenze di temperatura dell‘aria dall‘alto verso il basso sono notevoli, e ciò viene percepito rapidamente come un disagio.

Distribuzione della temperatura e riscaldamento uniformi con il solaio Greencode senza ricircolo dell‘aria.

 

Anche l‘aria adiacente al solaio Greencode viene riscaldata – ma dove va a finire? Essa si trova infatti già in alto, e forma un sottile cuscinetto di aria calda sotto il soffito. Il calore non viene scaricato, e l‘aria non inizia a circolare. L‘energia termica deve quindi essere ceduta al locale sotto forma di irraggiamento termico. Tutti i corpi presenti nel locale (pavimento, parete, sofà, tavolo, addirittura i vetri delle finestre) assorbono questa energia termica, per cui alla fine sono tutti più caldi dell‘aria. L‘aria si riscalda in corrispondenza dei corpi, e non viceversa.

Il paragone: Riscaldamento solaio e riscaldamento a pavimento

Con l‘aria in circolo, anche la polvere di casa, depositatasi nei locali, si mette in movimento, viene trasportata e distribuita nell‘area del locale o tenuta in sospeso. Questo sgradevole mix di prodotti di desquamazione della pelle, acari e relativi escrementi, muffe, spore, fibre, capelli, fuliggine, polline, sostanze chimiche, ammorbidenti, ecc., provoca la disidratazione delle mucose nasali e può scatenare sintomi gravi non solo nei soggetti allergici.

» Maggiori informazioni nel breve video Green Code

mehr;

La struttura del solaio Green Code

durante il riscaldamento.

greencode_pin_s
Scopri qua le informazioni sugli elementi del solaio radiante Green Code.

Klimadecke Riscaldamento – riscaldamento.

  • Brevi tempi di reazione grazie all‘installazione delle serpentine vicino alla superficie
  • Ciascun locale, anche singole zone, regolabili separatamente
  • Riduzione dei costi di riscaldamento, in quanto la temperatura ambiente benessere è inferiore di circa 3 °C (6% circa di risparmio ogni 1 °C)
  • Minori temperature di mandata, in quanto il 100% della superficie del solaio è attiva – la superficie riscaldante non è ostacolata (nascosta) dal mobilio o dal rivestimento del pavimento
  • Ideale per il recupero rigenerativo dell‘energia, mediante ad esempio le pompe di calore o gli impianti solari termici, in quanto è necessaria una ridotta temperatura di mandata
  • Sensazione di calore particolarmente piacevole grazie al riscaldamento uniforme di tutti gli oggetti per irraggiamento termico
  • La polvere non si solleva grazie alla ridotta corrente ascensionale di aria calda
  • Non si verifica la stratificazione dell‘aria, bensì si sviluppa un calore uniforme
  • Maggiore umidità relativa = tutela della salute (le mucose si disidratano meno)

Dati tecnici

  • Potenza calorifia* 82,34 W/m² in conformità alla norma UNI EN 1264-2 | ∆t 15K Prestazioni maggiori (anche oltre i 120 W/m²) possono essere raggiunte a seconda della forma costruttiva, della scelta dei materiali, della distanza tra i tubi, della temperatura del sistema e del ∆t rispetto alla temperatura ambiente (anche operativa).
  • Percentuale di superficie attiva: 100%
  • Tempo di reazione a partire da circa 15 min
* Nota: nel dimensionamento dei sistemi di riscaldamento a soffitto occorre rispettare le avvertenze delle norme UNI EN 1264-3 e UNI EN ISO 7730. Siamo a vostra completa disposizione per i calcoli.

 

Ulteriori temi Green Code elementi di costruzione: